SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Proprio per quanto riguarda i risultati dell’attività svolta da tutte le forze dell’ordine che compongono il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il prefetto e tutti i suoi componenti (allegato) si sono dichiarati molto soddisfatti visto che la tabella dei reati a vario genere perpetrati nella città sono diminuiti su tutta la scala delle diverse tipologie di infrazioni rispetto al gennaio-agosto dello scorso anno (vedere tabella negli allegati). Di rilievo, tra gli altri, la diminuzione dei furti in generale (meno 22,70%), delle rapine in banca (meno 20%): il tutto per una diminuzione generale dei delitti pari a meno 18,97%.

Tra i più perpetrati, sempre in diminuzione, i “furti su auto in sosta” passati da 290 a 189 e quelli “in negozi” anche essi scesi da 82 a 53 unità. Particolare menzione e oggetto di soddisfazione da parte del sindaco la diminuzione del 39,19 % delle “truffe”. «Mi piace pensare – riflette Gaspari- che un pò di merito sia dovuto anche al fatto di aver spedito a tutti gli abitanti da parte del Comune un opuscolo sul come difendersi dalle diverse tipologie di raggiri».

Il Colonnello Alessandro Patrizio, nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri, sottolinea: «Questo generale miglioramento è dovuto in special modo all’azione congiunta di tutte le forze dell’ordine che hanno lavorato in sinergia aiutandosi a vicenda sia a livello locale che provinciale».
Stessa impressione rilevata dal dottor Enrico De Simone, Vice Questore Vicario : «Così spesso la Digos e la Mobile sono state dislocate a San Benedetto per supplire ed integrare il già ottimo lavoro svolto dalle unità locali».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 643 volte, 1 oggi)