SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In occasione della prima giornata dell’incontro interregionale Marche-Abruzzo “Obiettivo Sport: Star bene con sé e con gli altri”, presso l’ITC “Capriotti”, il neo assessore regionale allo Sport, Sandro Donati, è intervenuto durante il convegno intitolato “Cultura dello sport nella scuola italiana e il valore dell’attività sportiva quale strumento di formazione e di prevenzione del disagio giovanile“.
Lo sport, secondo le parole dell’assessore, deve essere riscoperto per quello che è, ovvero un momento di grande valore nella formazione dei giovani individui che imparano, attraverso la pratica, a rapportarsi con i propri pari, con l’ambiente, con il proprio corpo e con i propri limiti. Lo sport non deve essere vissuto come una competizione contro il prossimo ma come impegno a migliorare se stessi, divertendosi e preparandosi all’ingresso nel mondo degli adulti. E proprio in questo senso, afferma Donati, questa manifestazione può essere un efficace strumento per analizzare come i giovani vivono lo sport e quale ruolo le agenzie di socializzazione e le società sportive possono e debbano ricoprire: «Credo che lo sport sia una grande scuola ed è necessario estendere la pratica sportiva per invogliare i giovani e non farli ridurre a tifosi spettatori fanatici delle varie curve. Questo è un compito di prima grandezza educativa».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 417 volte, 1 oggi)