SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’emozione di un attimo, uno scorcio di vita visto con gli occhi della quotidianità. Semplice interpretazione del reale.
Questo l’obiettivo del concorso fotografico a tema libero “L’immagine che emoziona”, che si è concluso nei giorni scorsi. L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione Antropos di San Benedetto, in collaborazione e con il contributo del Servizio Sollievo dell’Ambito Sociale 21, per contribuire alla sensibilizzazione verso i disagi esistenziali e favorire la creatività e la comunicazione.
Il primo premio, consistente in una macchinetta fotografica digitale, è andato a Davide Brutti, il secondo (una cornice per foto) a Cecilia Cicconi e il terzo (un album fotografico) a Liliana Pignotti.
“Segnalati” i lavori di Tommaso Carminucci, Nazzareno Coccia, Antonio Collini, Sabrina Moretti. A tutti i partecipanti un piccolo album per raccogliere le foto.
Tutte le foto sono state scattate con macchinette usa e getta fornite ai 24 partecipanti dall’organizzazione. Per ogni fotografo sono state selezionate tre immagini.
Dal 1 al 13 settembre, i 72 scatti sono stati esposti nella sala Consiliare del Comune e, sabato 13 settembre, il sindaco Giovanni Gaspari e l’assessore alle Politiche della città solidale Loredana Emili hanno premiato i vincitori.
Le foto presentate restano a disposizione del Servizio sollievo e potrebbero di nuovo essere esposte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 929 volte, 1 oggi)