ASCOLI PICENO – Una serie di incontri per misurare lo stato di salute dell’economia e della società picena: è fitta l’agenda di appuntamenti del neo-assessore regionale Sandro Donati, che ha ottenuto dal presidente della regione Spacca la delega per il “Progetto Speciale per il Piceno”.
Il primo ottobre Donati si incontrerà con il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Massimo Rossi, ed i rappresentanti dello tavolo provinciale di programmazione. Il 2 sarà la volta dei sindaci di Ascoli e San Benedetto e successivamente degli amministratori della Vallata del Tronto, dei Comuni della montagna, dei Comuni piceni della Valle d’Aso e dei Comuni costieri.
«L’unità d’intenti tra istituzioni, forze sociali ed imprenditoriali – sottolinea Donati – è determinante per superare l’attuale momento di stallo e mettere in piedi interventi credibili, sia dal punto di vista tecnico, che da quello più squisitamente economico. In questo senso, evitando così di prevedere l’impossibile, dobbiamo fare riferimento al quadro dettagliato delle risorse statali, regionali e comunitarie disponibili nei diversi settori, con una doverosa attenzione all’impostazione del nostro prossimo Bilancio».
Secondo l’assessore, insomma, la massima attenzione va rivolta verso «una progettualità  concreta, attuabile e che abbia dalla sua parte elementi temporali di continuità. Nessuna improvvisazione, né interventi fine a se stessi!»
«Sono convinto – evidenzia Donati –  che partendo dal tavolo provinciale di programmazione, dall’incontro con gli amministratori pubblici e con tutte le parti interessate, inizieremo a costruire il Progetto per il Piceno, con particolare riferimento al mondo del lavoro, delle strutture, delle infrastrutture, dello stretto legame tra cultura e turismo. Sempre con la consapevolezza che la crescita  di questo territorio corrisponde a quella di tutte le Marche!»

Sul prossimo numero di Riviera Oggi, in edicola martedì prossimo, intervista dettagliata a Donati sul suo nuovo incarico di assessore regionale e anche sulla politica acquavivana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 778 volte, 1 oggi)