MARTINSICURO – Il sottopasso di via Colombo torna in Consiglio comunale. Nell’assise civica fissata per domani mercoledì 24 settembre alle ore 17,30 verrà approvato il progetto definitivo per la realizzazione dell’opera che tra scontri e polemiche aveva portato alla caduta dell’amministrazione Maloni nel gennaio 2007.

Gli altri punti all’ordine del giorno prevedono l’approvazione della Convenzione dell’Ente d’Ambito Teramano per la gestione del Servizio Idrico Integrato e l’istituzione dell’Autorità d’Ambito per la Gestione Integrata dei Rifiuti.

Ma nel corso del Consiglio comunale si affronterà anche la delocalizzazione del depuratore di Martinsicuro e l’ipotetica realizzazione di una centrale nucleare nella zona Sentina di San Benedetto, questioni che il gruppo di opposizione del Pd intende approfondire attraverso la discussione delle proprie interrogazioni. Anche il tema della sicurezza e dei tanti giovani martinsicuresi oppressi dalla tossicodipendenza verrà portato all’attenzione del consiglio comunale: «Oggi vivere a Martinsicuro per i gravi fatti che vi accadono – ha affermato Mauro Paci del Pd – è diventato difficile. Quattro morti negli ultimi mesi per droga è un’enormità, non possiamo accettare una realtà così drammatica». Il gruppo di opposizione chiede pertanto al sindaco di Salvatore di avviare una sinergia di interventi tra Comune, forze dell’ordine, strutture sociali, associazioni di volontariato  e parrocchie per contrastare la cultura dello sballo e l’uso di sostanze stupefacenti.

Tra le interrogazioni presentate invece dal gruppo di Città Attiva ci sono i criteri di assegnazione dei box per la piccola pesca, l’affissione selvaggia dei manifesti in città e la pulizia di strade e del percorso urbano del cavatò attraverso la manifestazione “Puliamo il mondo” che si terrà dal 26 al 28 settembre a Martinsicuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 683 volte, 1 oggi)