SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiama Roberto Silvestri ed è il presidente della polisportiva Porto 85. Insieme a tanti collaboratori, rigorosamente appassionati volontari, da due anni dà vita a uno degli eventi sportivi più originali del territorio.
Parliamo della gara podistica Ascoli-San Benedetto, alla sua terza edizione, che si tiene domenica 28 settembre con partenza da Piazza Arringo ed arrivo alla Rotonda Giorgini. La strada Salaria verrà chiusa al traffico nei tratti interessati dal passaggio degli atleti.
Una corsa di 33,250 Km, un modo per dire “basta litigare”, “ognuno tifa per sé, ma si collabora per il bene del territorio”. Ma anche un evento sportivo dalla fama crescente nel settore podistico, che attira sempre più atleti e che funge da preparazione agonistica per le maratone autunnali.
Nelle parole di Silvestri: «La gara è nata da una sorta di sfida fra me e l’assessore provinciale Nino Capriotti. Da venti anni era un sogno comune, da appassionati di corsa podistica quali siamo, ma non è mai stato facile trovare gente che collaborasse. Dal 2007 poi, con la fondamentale sponsorizzazione del Gruppo Santarelli, abbiamo potuto farci una grossa pubblicità presso il Village della Maratona di Roma. Un bel ritorno di immagine, che ci ha portato già 100 iscrizioni. Visto che i podisti delle società locali si iscrivono in extremis, e sono la stragrande parte del totale, sogniamo di fare mille iscrizioni».
Nel 2007 gli iscritti furono 620 e al traguardo ne arrivarono 580.
Silvestri, che nella vita fa l’agente di commercio, ha corso nove maratone di New York. «Questa è una sorta di amichevole estiva prima del campionato – spiega Silvestri – quest’anno siamo sicuri che verranno molti atleti “tosti”, visto che in contemporanea si tiene anche l’altra gara tipica per il periodo di preparazione, la Milano-Pavia».
E sempre dalla stessa fucina di idee che nasce la novità 2008, prevista per domenica 12 ottobre, cioè la “Maratonina del Santo”, che cadrà con la ricorrenza di San Benedetto Martire. La partenza è prevista nel luogo dove venne ritrovato il corpo del Santo e cioè alla foce del fiume Menocchia a Cupra Marittima e l’arrivo, dopo un percorso di 10,800 km, in Piazza Sacconi, al Paese Alto di San Benedetto.

La curiosità? A questa gara dovrebbe partecipare anche il sindaco Gaspari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.676 volte, 1 oggi)