MONTEPRANDONE – Ancora una sconfitta per il Centobuchi dinanzi ai propri tifosi, implacabili con il tecnico Izzotti.
Mister, sconfitta che brucia?
«Ci stanno queste situazioni difficili. La squadra mi conforta perché è viva, non ho nulla da rimproverare loro. Lo spirito è buono e non sono affatto preoccupato. Abbiamo perso contro un buon avversario che ci ha battuto nella ripresa avvalendosi di episodi importanti e decisivi dopo un buon nostro primo tempo».
«Infatti – continua Izzotti – il primo gol lo abbiamo preso da calcio da fermo frutto di un fallo dubbio che secondo me non c’era mentre il secondo è stato un euro gol tirato fuori dal cilindro. Rimango fiducioso sul gruppo; se poi ci lasciamo prendere dai risultati iniziali e vogliamo rovinare un progetto facendo subito i disfattisti fate pure» ha concluso il trainer biancoceleste.
Di altro umore l’allenatore Mobili: «Sono soddisfatto della vittoria. Ma lasciatemi fare i complimenti al Centobuchi che nel primo tempo ci ha messo in difficoltà pur avendo una sola vera occasione. Il nostro obiettivo è la salvezza anche se siamo partiti benissimo, però sappiamo che dovremo fare i conti con molte squadre attrezzatissime come il Centobuchi e non sempre ci potrà andare bene».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 564 volte, 1 oggi)