SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prosegue la grande tradizione del pattinaggio sambenedettese, che di anno in anno continua a mietere successi a tutti i livelli, compresi i campionati europei e mondiali. Ai campionati del mondo specialità “corsa”, che si sono svolti dal 4 al 12 settembre a Gijon, in Spagna, gli atleti nostrani hanno vinto 12 delle 23 medaglie ottenute in totale dall’Italia, che ha poi chiuso al quarto posto del medagliere, ad un soffio dagli Stati Uniti.
Il sindaco Giovanni Gaspari ha ricevuto sabato in sala consiliare gli atleti e i preparatori, per il doveroso omaggio della città rispetto ai successi ottenuti. Presenti per l’occasione anche il vicepresidente della Confederazione Europea di Roller Skating, il belga Jan Piotrowsky, l’assessore regionale Donati, gli assessori comunali, allo Sport Fanini, al Turismo Mozzoni, e infine il presidente provinciale del Coni, Sabatucci.
Superstar della delegazione italiana è stato Riccardo Bugari, classe 1991, della società “Pattinatori sambenedettesi”, che si è aggiudicato ben 7 medaglie, di cui 2 ori e 4 argenti, nella categoria “junior”. Non da meno Matteo Amabili, classe 1983, categoria “senior”, della società “Riviera delle Palme Skating in Line”, anch’egli vincitore di due medaglie d’oro, e di un bronzo. Un argento e un bronzo, infine, per Giuliana De Blasio, categoria “junior”.
Quattro medaglie d’oro era stato invece il bilancio dei pattinatori sambenedettesi agli europei che si sono svolti dal 20 al 27 luglio a Gera, in Germania: Laura Lardani nella categoria “senior”, Andrea Vallorani tra i “cadetti”, Giuliana De Blasio “junior” e Sofia D’Annibale “cadetti”, sono saliti sul gradino più alto del podio.
Bugari ed Amabili erano già stati vincitori di diverse medaglie d’oro sia ai mondiali 2007, svolti a Calì in Colombia, che agli europei dello stesso anno, svolti in Olanda. Manifestazione, quest’ultima, in cui si era messo in evidenza anche Davide Amabili.

Tradizione cittadina per San Benedetto del Tronto, e familiare in alcuni casi. Riccardo Bulgari, infatti, è figlio d’arte, dal momento che il padre Romolo, oggi allenatore, era già stato a sua volta campione europeo e mondiale.
Successi che si accompagnano a quelli organizzativi, dal momento che il sambenedettese Umberto Urbinati è stato recentemente confermato, per il sesto mandato quadriennale, al vertice del Comitato Europeo Corsa. Da ricordare, infine, che la città di San Benedetto del Tronto è il principale sponsor della nazionale italiana di pattinaggio, e che sulla Riviera delle Palme si svolgeranno quasi certamente gli europei del 2010 nella pista “Panfili”, rinnovata la scorsa estate, e terzo impianto realizzato in Italia, nel 1961, dopo Venezia e Salerno.

videoservizio a cura di Oliver Panichi

martedì 23 settembre sul nuovo numero di Riviera Oggi in edicola il poster del grande pattinaggio sambenedettese

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.038 volte, 1 oggi)