ANCONA – Con una recente deliberazione della giunta regionale sono stati assegnati quasi 30 milioni alle province marchigiane. Sono risorse del Fondo Sociale Europeo rientranti nel Programma Operativo Regionale in materia di lavoro, formazione e istruzione, che ha stabilito di assegnare alle amministrazioni provinciali una quota del 75% delle risorse disponibili per la realizzazione di interventi di politiche attive del lavoro. Spiega l’assessore regionale al Lavoro-Formazione, Ugo Ascoli: «Abbiamo deciso un’assegnazione aggiuntiva per l’anno 2009 con la quale le Province potranno contare su una significativa mole di risorse – 7 milioni e 387 mila euro ciascuna – per dare continuità agli interventi e decidere una programmazione efficace».

Alla Provincia di Fermo, non ancora operativa, è stata assegnata una somma di 1 milione e 605 mila euro sottratti alla Provincia di Ascoli a cui andranno 5 milioni e 782 mila euro. Poiché la non operatività della nuova Provincia non consente di assumere dati sul mercato del lavoro da utilizzare come indicatori per le relative assegnazioni, è stato adottato per ora un criterio generale condiviso che si basa sui territori assegnati a Fermo e sulla popolazione residente. Per le altre tre Province, si tratta di anticipi in quote uguali, in attesa dei nuovi parametri di assegnazione per la programmazione 2007-2013

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 426 volte, 1 oggi)