SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Marco Pennesi e Giampaolo Montavoci, dopo la delusione della gara in Tunisia, quando sono restati senza gasolio in vista del traguardo, a Vigo in Spagna domenica scorsa ne hanno fatta un’altra delle loro»: ironico (o tagliente?) il comunicato della Metamarine sugli ultimi eventi che hanno caratterizzato l’andamento della coppia di guida dell’imbarcazione di Powerboat P1 Gibellato. «A Vigo, dopo una gara entusiasmante in costante rimonta sino ad arrivare ad acciuffare il primo, saltano una boa e, anzichè il podio, conquistano un modesto settimo posto per via della pesantissima penalizzazione comminata dalla giuria. Modesta consolazione viene dal fatto che ad innescare l’errore è stata un’altra barca italiana,  The Fantastic 1, che in quel momento teneva la testa e che si è trascinato dietro Gibellato che era nella sua scia e Kiton che seguiva da presso. Così ha vinto Pignolo, barca italiana assistita nel Cantiere Metamarine».
Per la Metamarine, però, una consolazione è data dal «successo mediatico ottenuto da Gibellato sulla stampa spagnola, addirittura foto a colori in prima pagina ed altre nelle pagine interne che premiano l’eleganza e le prestazioni della bella barca sambenedettese».
Nella prossima gara in Portogallo, a Portimao il 26-28 settembre, essendo il Titolo Mondiale della Powerboat P1 ormai nelle mani dell’inglese Fountain, Gibellato gareggerà per conquistare il secondo posto; per l’occasione, si legge di nuovo nella nota stampa della Metamarine con un sarcasmo insolito, «è stata prevista una speciale preparazione dell’equipaggio: tre pasti al giorno a base di carote, solo carote. Speriamo che la loro vista se ne avvantaggi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.028 volte, 1 oggi)