SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sostenibilità, cultura, partecipazione e solidarietà. Questi i quattro punti attorno ai quali si è snodato l’intervento del presidente della Provincia Massimo Rossi, che si è tenuto in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico presso l’aula magna del Liceo Scientifico Rosetti.
Tema centrale è naturalmente l’ampliamento della struttura: i lavori, avviati nelle scorse settimane, termineranno entro 600 giorni, nella primavera del 2010, e permetteranno di risolvere in via definitiva le carenze di spazio che nel corso degli anni hanno afflitto lo stabile.
La difficile decisione, sottolinea Rossi, è stata «frutto di un percorso partecipativo che ha visto confrontarsi le istituzioni e le parti che vivono la scuola».
Ma il programma di adeguamento e di ristrutturazione degli edifici scolastici non si esaurisce qui :«In questi anni abbiamo sviluppato un importante progetto, e di volta in volta ci siamo impegnati in mille modi per reperire fondi, inventandoci soluzioni come è costretto a fare un buon padre di famiglia». A tal proposito il presidente della provincia sottolinea come le spese per l’ampliamento del Liceo siano state completamente coperte dagli introiti derivanti della vendita all’asta dell’ex caserma dei Carabinieri di via Pizzi.
La Provincia si sta impegnando per programmare i lavori di ammodernamento delle strutture guardando al futuro in chiave di sostenibilità. Attualmente sono 22 gli impianti fotovoltaici installati nelle scuole per una produzione di quasi 1 megawatt/ora. L’iniziativa, sottolinea Rossi, è foraggiata dal Conto Energia, istituzione statale nata per incentivare l’adozione di tecnologie pulite.
Spetta all’assessore al Patrimonio e all’Edilizia Scolastica Ubaldo Maroni presentare un display in grado di monitorare in tempo reale la produzione di energia di ogni impianto. I numeri sono confortanti: 7.841 Kg di anidride carbonica non immessi nell’atmosfera, 3.218 litri di petrolio non utilizzati, per uno sgravio monetario di circa 9.000 euro per il solo Liceo Scientifico dal maggio del 2008. I dati saranno a breve consultabili anche attraverso il sito web della Provincia.
Termina, il presidente Rossi, sottolineando come parte del programma di ammodernamento sia improntato alla solidarietà verso i paesi, Etiopia in primis, dove non è ancora riconosciuto il diritto universale all’istruzione, attraverso la donazione dell’otto per mille di quanto investito in edilizia scolastica dall’ente per il finanziamento di nuove strutture educative.

Anche il sindaco di San Benedetto Gaspari e la preside dell’istituto Fazzini hanno colto l’occasione per salutare gli studenti in avvio dell’anno scolastico.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 606 volte, 1 oggi)