SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quasi tutto pronto per l’avvio della seconda edizione dell’Antiqua Salaria, manifestazione cicloturistica che collega la costa picena a Roma. Una pedalata turistica, di difficoltà media e non agonistica, che prenderà il via venerdì mattina 19 settembre per arrivare domenica a Roma, dopo aver fatto tappa ad Arquata del Tronto e Cittaducale (Rieti). Le tappe saranno occasione per rifocillarsi con accattivanti cene a base di prodotti tipici e per visitare il borgo come, ad esempio, la storica rocca di Arquata del Tronto. Ancora pochi i giorni disponibili per iscriversi dato che per partecipare il termine ultime è quello di martedì 16 settembre. Quindi, i ritardatari hanno ancora tempo. Fino ad ora, iscrizioni provenienti dalla Lombardia, dal Lazio, dall’Umbria, dalla Toscana a dimostrazione che il format proposto dalla Bike Passion, in collaborazione con l’Assessorato al Turismo della Provincia di Ascoli Piceno è molto accattivante.

Andando nel particolare delle tappe, la partenza, come detto, è prevista dal centro di San Benedetto del Tronto per poi arrivare al centro di Ascoli Piceno e proseguire, dopo aver visitato le piazze più belle del capoluogo, verso Arquata del Tronto dove si alloggerà presso il “bike hotel” Centro Due Parchi, che offrirà anche un ristoro per i cicloturisti. La cena tipica è prevista presso il ristorante Cà Martina con menù del Circuito della Cucina di Montagna.

Dopo una rifocillante colazione, partenza, il giorno dopo, per Cittaducale affrontando uno dei tratti più belli del vecchio tracciato dell’antica arteria consolare romane (che sovrasta l’attuale statale). Anche nella città reatina, dopo un rinfresco offerto dal Comune e la visita del borgo, sistemazione e cena con le tipicità sabine dalla rinomata trattoria “Da Valerio”.

L’ultimo giorno, probabilmente il più duro dal punto di vista ciclistico, prevede la partenza da Cittaducale per arrivare alle porte di Roma e più precisamente a Castelnuovo di Farfa (più dei 70 km percorsi ogni tappa nelle due giornate precedenti). Grazie all’accoglienza di una locale associazione ciclistica, doccia rinfrescante per tutti i partecipanti, pranzo e tappa a Roma, ma in pullman, data l’impossibilità di raggiungere la capitale in bicicletta per il mancato svolgimento della manifestazione Bike&Fun (organizzata lo scorso anno dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma), che avrebbe permesso al gruppo di raggiungere Roma direttamente con le due ruote. Una volta giunti a Roma, grazie all’accordo con la Trambus Open, tour turistico mozzafiato della capitale sul classico bus scoperto (della durata di due ore circa) per poi far rientro a San Benedetto del Tronto.

Per chiunque volesse ancora iscriversi, tutte le informazioni (così come i moduli di iscrizione) si possono trovare sul sito http://www.picenobike.it/, oppure contattando il numero di telefono 338-3732770.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 908 volte, 1 oggi)