SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Indifferente al ciclo climatico e al classico periodo di passaggio tra una stagione e l’altra, l’estate proprio non vuole saperne di lasciare la scena al tepore autunnale. Che sia perché la bella stagione si è fatta attendere un po’ più del solito, ma nella passata settimana (dal 31 agosto al 6 settembre) si sono registrate temperature anomale, soprattutto nelle regioni adriatiche con picchi fino a 5 gradi al di sopra della norma. Puglia e Calabria hanno sfiorato i 40° lo scorso weekend.
Lo ha spiegato Silvio Davolio, ricercatore dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (Isac) Cnr di Bologna, al quotidiano “La Repubblica”.
Ma l’anomalia, che, come ha affermato l’esperto, è alimentata dal perdurare dell’alta pressione sul Mediterraneo e delle correnti calde africane, sta per lasciare il posto al clima più fresco dell’autunno.
Avremo dunque un’ultima settimana, meno afosa della precedente, per abituarci alla dovuta transizione e salutare la spiaggia fino al prossimo anno.
Già a partire da domenica 14 settembre ci si aspetta un calo piuttosto decisivo delle temperature (fino a dieci gradi) nel nord Italia. Lunedì, il cambiamento dovrebbe estendersi a tutta la penisola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 695 volte, 1 oggi)