SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quasi coetaneo di Stefano Borgonovo, ha calcato con lui i campi di tutta Italia fra anni ’80 e anni ’90. Oggi, con il suo Pergocrema, ha strapazzato la Samb. Stiamo parlando di Daniele Fortunato, ex di Juventus, Atalanta, Torino, Bari fra anni ’80 e anni ’90. A lui abbiamo chiesto un commento sulla vicenda che sta commuovendo l’Italia calcistica, quella dell’ex centravanti di Samb, Fiorentina e Milan colpito da un morbo, la sclerosi laterale amiotrofica, che sta avendo una frequenza fuori dal normale fra gli ex calciatori (colpisce 11 volte di più rispetto alla media riscontrata fra altre categorie di persone).
«Borgonovo l’ho incontrato tante volte, un giocatore corretto, un uomo coraggioso. Fa rabbia e dispiace che non si riesca a trovare una soluzione, a fare investimenti per trovare una soluzione a questa malattia ancora così sconosciuta. Si lasciano queste persone colpite dal male alla mercè della malattia, invece dobbiamo fare qualcosa, perchè è impossibile lasciare questi ragazzi finire così».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.459 volte, 1 oggi)