CUPRA MARITTIMA – Con la premiazione della giovane violinista Jaha Lee, vincitrice del premio Boccabianca, si è concluso venerdì il Cupramusicafestival. Un’edizione questa che ha visto grandi musicisti come il violinista Boris Garlitsky, il ritorno del violoncellista Toshiaky Hayashi, il soprano Linda Campanella e l’organizzazione del maestro Dante Milozzi.

Il sindaco di Cupra Marittima Giuseppe Torquati e la discendente del conte Boccabianca, la professoressa Brunilde Neroni, hanno consegnato alla musicista Jaha Lee il premio Boccabianca: un violino di grande valore realizzato dal liutaio cremonese Luca Maria Gallo. Secondo la giuria quest’anno la selezione è stata particolarmente difficile perché tra gli allievi di un violino c’era più di un talento.

Jaha Lee ha 21 anni, è coreana ma studia da diversi anni a Parigi, da quattro è allieva del maestro Boris Garlitsky. E’ la prima volta che viene al Cupramusicafestival ma è già stata in Italia e più precisamente a Gorizia due anni fa per un concorso. Il suo modello è il violinista Oistrakh.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti anche l’assessore provinciale Ubaldo Maroni e il sindaco di Ripatransone Paolo D’Erasmo. La serata si è conclusa con un cocktail presso la sala degli archi della villa Boccabianca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.003 volte, 1 oggi)