GROTTAMMARE – Torna, dopo due giorni di pausa, l’appuntamento con i “Teatri Invisibili”. Domenica 7 settembre alle ore 21,30 presso il Teatro dell’Arancio di Grottammare si terrà lo spettacolo “Comunista!”, opera dello scrittore fermano Angelo Ferracuti, messo in scena dal Laboratorio Teatrale Re Nudo e dalla Bottega del Teatro di Caserta.
In scena si fronteggiano per sessanta minuti, durante un estenuante colloquio di lavoro, un crudele e implacabile selezionatore della grande azienda “Vulcanica” e un aspirante dipendente laureato in antropologia culturale. L’ufficio Risorse Umane della “Vulcanica” è l’arena in cui i due sono costretti a scannarsi, consapevoli che dagli spalti il Sistema li osserva divertito e attende solo di nutrirsi del loro sangue, indifferentemente dell’uno o dell’altro. “Comunista” è una sarcastica, amara rappresentazione del Potere. Un potere gerarchico e manipolatore, il potere atavico e “oggettivo” dell’uomo sull’uomo.
Angelo Ferracuti attinge ad un tema a lui caro: il mondo del lavoro, già esplorato nel suo libro-reportage “Le risorse umane” edito dalla Feltrinelli nel 2006.
A proposito dello scrittore marchigiano, Marco Baliani ha scritto: «È un teatro spietato, come deve essere il grande teatro spietato di ogni tempo. È un’arte difficile, perché si tratta di sporcarsi le mani, di stare coi piedi nella discarica, perché si tratta di avere occhi e orecchie appuntite e aperti, e questo è sempre doloroso».
Gli interpreti di “Comunista!” sono Piergiorgio Cinì, Pierluigi Tortora, con l’ausilio delle voci di Maria Libera Ranaudo, Riccardo Massacci, Stefano De Bernardin e Marco Cortesi. Interventi grafici e video sono del videoartista Alessandro Amaducci, le luci di Massimo Massacci e la regia di Alessandro Perfetti.
Lo spettacolo è prodotto dalla Provincia di Ascoli Piceno in collaborazione con l’Amat.
Il biglietto d’ingresso costa otto euro.

Per informazioni visitare il sito internet www.teatriinvisibili.splinder.com .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 608 volte, 1 oggi)