GROTTAMMARE – Si è concluso il 25 agosto scorso l’iter di verifica della regolarità dei documenti presentati dall’ATI, alla quale era stato assegnato l’appalto-concorso in via provvisoria lo scorso 24 giugno. La scelta dell’impresa a cui affidare il progetto era basata su vari elementi: in merito all’offerta economica, l’impresa ha offerto 5.275.000 euro per l’acquisizione delle volumetrie che il Comune cede e ha valutato in 5.075.000 euro la progettazione ed esecuzione delle opere; la differenza, pertanto, pari a 200.000 euro dovrà essere versata nelle casse comunali. In merito all’offerta temporale, cioè i tempi di realizzazione delle opere, la ditta vincitrice promette 650 giorni  a partire dalla data di inizio dei lavori.

Il progetto vincitore, l’associazione temporanea d’imprese Asfaltronto-Imit, è stato redatto da un pool di tecnici composto dagli ingegneri Mauro Bracciani e Danilo Filiaggi e dagli architetti Franco Core e Carla Pancaldi.

«La necessità di questa opera – ha detto il sindaco Merli – è sempre più pressante vista la crescita della fascia demografica in età  scolare e stante le nuove necessità didattiche esprimo la soddisfazione personale e di tutta l’amministrazione comunale per  questo lungo iter e un ringraziamento agli uffici tecnici per il loro impegno in questa che sarà per Grottammare l’opera pubblica più importante del dopoguerra».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 536 volte, 1 oggi)