GROTTAMMARE – Arrivato pochi giorni fa alla corte del Grottammre, il tecnico Rosario Scarfone nonostante la pesante eredità lasciata dal dimissionario Emidio Oddi ha l’idee chiare: umiltà e ambizione sono caratteristiche fondamentali per andare lontano. Quanto? Si vedrà.
Come è arrivato al Grottammare Calcio?
«L’ho conosciuto come avversario quando in passato allenavo la Monturanese ed ho sempre nutrito una profonda stima verso questa società. Quando il presidente Amedeo Pignotti mi ha proposto l’incarico ho accettato di buon grado perché ne condivido in pieno lo spirito ed i valori che la rappresentano».
Come ha trovato la squadra?
«Rispecchia in pieno la società che puntando sui giovani si presenta allo stesso tempo umile e ambiziosa. Puntare questi ragazzi è sì audace ma rappresenta anche l’inizio di un percorso lungimirante che ambisce alla formazione di nuovi e promettenti giocatori».
Ha trovato dei punti di forza?
«Alcuni giocatori più “maturi” come Oddi e Del Moro continuano ad essere un punto di riferimento per la squadra. Per quanto riguarda i ragazzi fuori quota posso dire che pur essendo anagraficamente giovani non lo sono altrettanto in quanto ad esperienza e talento. Inoltre essi rappresentano contemporaneamente un punto di forza e di debolezza in quanto avranno bisogno di più tempo per crescere ma in futuro avranno anche la possibilità di diventare la vera anima della squadra».
Quali sono gli obbiettivi per la nuova stagione?
«Raccolgo un eredità molto difficile da migliorare ma questo rappresenta anche una grande sfida per me. Comunque l’obiettivo play off può essere preventivato solo strada facendo. Vivremo alla giornata, dovremmo essere bravi a non alimentare false illusioni durante i momenti positivi e neanche abbattersi durante quelli negativi. Non è detto che non si ripeta l’incredibile risultato dei play off dello scorso anno ma di certo cercheremo di comportarci sempre con grande umiltà. Essendo appena arrivato non mi sento ancora di dire di cosa ha bisogno la squadra ma al momento opportuno potremmo anche decidere di allargare l’organico con giocatori più esperti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)