SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche il “Percorso dei Funai” va ad arricchire la mostra “Sambenedetto Marinara” al Centro Commerciale Porto Grande.
Il percorso, la cui struttura è tutta in quercia antica, è stato realizzato dal maestro Giuliano Zazzetta in collaborazione con Francesco Bovara e riproduce fedelmente gli elementi che lo costituivano, dalla ruota al palo attorno al quale si attaccava lo spago (lu palafer) passando per gli arnesi utili a costruire la rete (le lnguett) e quelli per accoppiare i fili e formare lo spago.
I visitatori potranno ammirare i simboli di un mestiere che è inscindibile dal ricordo e dalla coscienza della storia locale, un’arte dura e faticosa, un lavoro che portava il funaio a coprire ogni sette anni una distanza pari alla circonferenza terrestre.
«I funai sono assieme ai pescatori, alle retare ed ai “canapì” l’esempio della vocazione al lavoro ed al sacrificio della nostra terra – ha dichiarato il direttore del Centro Luciano Sgolastra – e non poteva dunque mancare un percorso dedicato a loro nell’ambito della nostra mostra, alla quale per la prima volta abbineremo anche un percorso gastronomico».
Nei pressi della mostra, infatti, domenica 7 settembre saranno servite gratuitamente delle alici scottadito, domenica 14 settembre una frittura sambenedettese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 598 volte, 1 oggi)