MONTEPRANDONE – I delitti del passato analizzati con le nuove tecniche scientifiche: dall’agguato a Giulio Cesare all’omicidio di Pier Paolo Pasolini. Presso la sede del nuovo museo parrocchiale di arte sacra della parrocchia San Niccolò di Monteprandone, il 5 settembre alle ore 21,30, l’autore Luciano Garofano presenta il libro “Delitti e misteri del passato”, edito da Rizzoli.

L’incontro con l’autore, il Tenente Colonnello Luciano Garofano, Comandante del Ris di Parma, è organizzato dall’associazione “I sapori del piceno”, dall’associazione culturale “Monsignor Eugenio Massi”, in collaborazione con la libreria “La Bibliofila” di San Benedetto.

Il libro analizza i grandi casi giudiziari del passato: Giulio Cesare, Boiardo, Pico della Mirandola, Poliziano, Leopardi, Pasolini. Sei casi su cui la scienza getta oggi una nuova luce. Seguendo le tracce di queste morti oscure, l’autore mostra come si conduce un’indagine, come si raccolgono gli indizi e le prove, come vengono studiati i reperti, come si fa un sopralluogo sulla scena del crimine e come viene orchestrato il lavoro di consulenza per attribuire a ciascun indizio il giusto valore.

Tenente Colonnello dell’Arma dei Carabinieri, Luciano Garofano, è laureato in Scienze Biologiche all’Università “La Sapienza“ di Roma ed è specializzato in Tossicologia forense presso l’Università degli studi di Napoli.
Dal 1978 al 1988 è stato Comandante della sezione chimico- biologica del Centro Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Roma, con competenza su tutto il territorio nazionale. Dal 1990 al settembre del 1995 è stato Comandante della sezione di biologia della compagnia Carabinieri di Torino Mirafiori, per poi assumere il Comando del reparto Carabinieri investigazioni scientifiche di Parma (Ris). E’ autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali di Scienze forensi, è docente nel master di Scienze forensi presso l’Università degli studi di Parma per le materie di “Tecniche del sopralluogo” e “Criminalistica. Docente al corso di perfezionamento in tecniche investigative avanzate presso l’Università degli studi di Bologna per la materia di “Analisi del Dna”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 870 volte, 1 oggi)