SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È ormai tempo di fare il bilancio della stagione turistica giunta al capolinea. Da Benito Rossi, presidente del circolo di An di Porto d’Ascoli, arrivano parole non molto incoraggianti circa l’affluenza di turisti nella nostra città durante i mesi più caldi di questo 2008.
«Si ritiene alquanto dannoso – dichiara Rossi – annunciare la sensazione di un’estate turistica ben riuscita o affermare che la stagione è stata salvata. Un conto sono gli indirizzi politici in termini di programmazione turistica, un conto sono i dati ufficiali delle presenze che indicano il grado di soddisfacimento degli obiettivi prefissati».
«Avremmo necessità – prosegue il presidente del circolo di An – che a esprimersi siano gli organi ufficiali attraverso numeri che riguardano il settore alberghiero, così come per gli appartamenti affittati e regolarmente dichiarati».
Riguardo alle responsabilità da addurre per l’andamento della stagione turistica Rossi specifica che «non sono certo di una sola amministrazione» e dichiara che «la materia turistica non è più un argomento rinviabile, non si può più rimandare al domani successivo una questione economica che riguarda tutta la città».
Il presidente del circolo di An di Porto D’Ascoli parla poi del palacongressi, definendolo «uno dei punti cardine da considerare seriamente e, crediamo sinceramente, sia alquanto temerario parlare di costruirne un altro quando già ne esiste uno formalmente a vocazione congressistica».
«Il porto, la questione culturale, la qualità dei servizi, il rapporto qualità prezzo, insomma – conclude Rossi – tutte cose da integrare, ma occorre una direzione chiara, capace, trasparente e non più lobbystica».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 936 volte, 1 oggi)