GIULIANOVA – Il XXIII Campionato Italiano di Pesca Sportiva d’Altura si è concluso a Giulianova con la vittoria dell’equipaggio di Albarella (Rovigo) “Albarella Angler’s Club New” che ha collezionato ben 6 catture con altrettanti rilasci dopo la marchiatura. Al secondo posto si è classificato l’equipaggio “Pisa” del “Punto Arno Tuna Club”, campione uscente che ha totalizzato 5 catture. Al terzo posto “Ascoli 2″ del “Circolo Nautico Sanbenedettese”. Gli occupanti il podio si sono classificati di diritto per il Campionato del Mondo che si svolgerà a Giulianova nel 2009.

In totale, la manifestazione ha registrato 25 catture, di cui 23 tonni marchiati e rilasciati. Tra le catture riportate a terra ci sono un tonno di 47 kg e 156 centimetri di lunghezza pescato dall’equipaggio “Teramo 3” e una lampuga di 8 kg catturata dall’equipaggio “Rovigo2”.

«Le catture registrate a Giulianova – ha commentato Marco Pisacane, presidente del settore Acque Marine della Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee – dimostrano che esiste un concreto ripopolamento in Adriatico. Dal canto nostro, adottando le direttive della Comunità Europea nell’ambito delle catture e collaborando con gli organismi scientifici preposti, abbiamo dato un segnale positivo nel giusto senso. Il Campionato svoltosi nelle acque di Giulianova-Medio Adriatico non ha tradito le aspettative ed anzi ha dato delle indicazioni al Commissario Tecnico per la scelta di alcuni elementi che dovranno indossare la maglia della Nazionale Italiana. Un ringraziamento doveroso – ha concluso Pisacane – va alla società organizzatrice “Alta Marea Scuba Center”».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.113 volte, 1 oggi)