MARTINSICURO –  Una Fattoria Sociale è un sito di produzione e vendita di prodotti tipici biologici che impiega personale definito “svantaggiato”. Per ora è stato raggiunto solo un protocollo d’intesa ma le prerogative di un progetto importante ci sono tutte. L’iniziativa, subito accolta dal Comune di Martinsicuro  e dai responsabili di alcune aree della salute mentale è partita da Morena  Ciapanna, psichiatra e proprietaria insieme alla sua famiglia dell’agriturismo “La Pineta”, accanto al quale dovrebbe concretizzarsi l’idea della fattoria.

«E’ la prima volta che un’azienda si rivolge alla nostra associazione per proposte così concrete – ha detto Alfonso Pascale, presidente rete Fattorie Sociali – di solito fatichiamo a farci accettare dai privati. Il posto è splendido e si presta perfettamente alla creazione di una cooperativa agricola. E’ stato dimostrato che il contatto con la natura e gli animali per le persone socialmente svantaggiate e portatrici di varie disabilità è molto terapeutico».

Disponibilità piena è stata data dall’assessore Marcello Monti: «L’amministrazione che rappresento – ha affermato Monti – si mostrerà attenta al progetto che potrebbe rappresentare un fiore all’occhiello del nostro territorio. Occorre fare un salto culturale e uscire dall’impasse negativa in cui versa questa regione anche a livello politico».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 951 volte, 1 oggi)