ATESSA – Un risultato, a suo modo, storico: la Samb ne prende quattro dalla Valdisangro, formazione ripescata in Seconda Divisione della Lega Pro. Partita strana, dove i rossoblu hanno schierato, di fatto, solo due titolari (Visone e Tinazzi), e molti ragazzini (i ’91 Evangelisti e Piccioni, il ’90 Balestra, ad esempio). Una gara con tre rigori contro (uno sbagliato, al 7′ s.t., da Fiorotto) e due espulsi (Tinazzi, al 1′ s.t., e al 20′ s.t. Iacoponi). Una gara che la Samb stava vincendo (rete di Olivieri al 30′ p.t.), e che ha concluso in 9 contro 11 e, soprattutto, con un gol fatto contro 11. Insomma, la partita contava poco, ma il risultato è di quelli che non mettono allegria, anzi.

«Non sono preoccupato di questo risultato, il nostro campionato inizia domenica a Novara, dove giocheranno i tesserati titolari: i ragazzi, adesso, devono guardarsi negli occhi e dare tutto» spiega il diesse Maurizio Natali. Certo è che il viatico non è dei migliori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.096 volte, 1 oggi)