OFFIDA – Si avvia alla conclusione la quarta edizione dell’originale festival “SatirOffida”.
La manifestazione dedicata alla satira, organizzata dall’amministrazione comunale e sotto la direzione artistica di Michele Rossi, ha avuto quest’anno un filo conduttore di grande attualità: il precariato.
«Precario sarà lei!» è infatti il tema del festival offidano, un precariato analizzato e ironizzato a 360 gradi: precariato nel lavoro, nell’amore, nello sport, nella vita stessa.
Tra tutti i lavori, pervenuti entro il 5 luglio, un Comitato di Garanzia ha scelto le 30 opere finaliste che saranno esposte dal 16 al 26 agosto nel Museo di Offida in Via Roma 17.
In tale periodo, il pubblico ha visionato l’esposizione e fatto la sua scelta espressa su un’apposita scheda.

Il 16 agosto sono state inaugurate anche le due mostre “Massimo Bucchi e la satira” e “Ricognizione sulla satira nella stampa locale: l’esperienza di Beppe Mora“.
Proprio nella giornata di oggi, 27 agosto, invece, il comitato organizzatore, è impegnato a visionare le schede per determinare il vincitore, che verrà immediatamente avvisato e invitato alla premiazione che avverrà sabato 30 agosto a Piazza del Popolo a partire dalle 21,30.
Nel corso della serata di sabato ci sarà anche lo spettacolo “Pitecus” di Antonio Rezza e Flavia Mastrella e la consegna della prestigiosa scultura “Satiro di Offida”,(l’oscar della satira, un’opera dell’artista Cesare D’Antonio), agli stessi Rezza e Mastrella per lo spettacolo e ai disegnatori Massimo Bucchi e Beppe Mora.
Al trionfatore di questa quarta edizione andrà un premio di 500 euro, in caso di ex-aequo la somma verrà divisa tra i due vincitori.
Per ulteriori informazioni contattare il numero 0735 633410.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 467 volte, 1 oggi)