OFFIDA – Cambio di programma all’ultimo minuto per il recital pianistico previsto al Serpente Aureo a causa di un’influenza improvvisa del maestro Yevgeny Sudbin, ma il giovane Lukas Vondracek ha incantato il pubblico con la raffinata precisione e lo straordinario temperamento della sua arte.
Nello storico teatro “del serpente” si sono accese le note della “Polacca in fa diesis minore op.44” di Chopin. Così il pianista Ceco ha ipnotizzato la platea con l’atmosfera onirica dei grandi maestri della musica classica. La prima parte si è chiusa sui vertici emozionali di Litstz e la seconda si è aperta sulle delicate note di “Song of Love” di Suk, per poi passare al travolgente Grieg con estratti da “Lyrical Pieces”.
Finale con un omaggio alla Repubblica Ceca e a uno dei suoi maggiori compositori con il “Mackbeth and the witches” di Smetana.
Un successo indiscusso per il Perpianosolo Meeting 2008, che si concluderà giovedì 28, alle ore 21,30, al Teatro La Fenice di Amandola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 476 volte, 1 oggi)