* sindaco di San Benedetto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta inviata a Rivieraoggi.it dal sindaco Giovanni Gaspari a proposito della polemica innescata dal consigliere di Forza Italia Bruno Gabrielli sui nuovi concorsi per l’assunzione di personale in Comune.

Ritengo doveroso un mio intervento in merito alle polemiche sollevate in questi ultimi giorni da esponenti dell’opposizione cittadina.

Innanzitutto vorrei sottolineare che per me e per l’amministrazione di cui sono alla guida, i dipendenti comunali rappresentano la risorsa più grande e preziosa per garantire la qualità dei servizi pubblici della città. La macchina comunale è una struttura al servizio di tutta la comunità locale a prescindere da chi governa e da chi sta all’opposizione.

È per questo motivo che mi sento di rivolgere un invito al Gruppo di Forza Italia, e cioè quello di non continuare a “giocare al massacro” della critica politica anche sul personale del Comune, chiamando in causa i singoli dipendenti. Io credo che occorra spostare il livello della “lotta politica”, in fondo una città cresce non solo con le idee della maggioranza che la guida, ma anche se l’opposizione discute e propone. Immagino che sarebbe stato più costruttivo se l’opposizione avesse detto cosa pensa dell’attuale offerta dei servizi al cittadino o se per esempio ritiene che alcuni di essi debbano essere esternalizzati. Insomma è questo il livello del dibattito che ci si aspetta dalla politica, non i continui sospetti sulla regolarità e sulle modalità di agire da parte di chi fa il proprio lavoro.

Si critichino le scelte amministrative e le proposte politiche, ma nella polemica fra maggioranza ed opposizione bisogna lasciar fuori coloro che sono tenuti principalmente al rispetto delle norme e della legalità, a prescindere dal colore politico che governa la città.

Inoltre mi sembra anche giusto che un ente pubblico si rinnovi, che si possa dare ad altre persone la possibilità di entrare a farne parte, affinché affluisca nuova linfa. Spesso diciamo che in questa città ci sono tanti giovani che studiano, che si impegnano e che poi sono costretti ad “emigrare” in cerca di lavoro: noi li vogliamo far rimanere. Ed uno dei modi è anche bandire dei concorsi pubblici per dare loro delle opportunità in più.

Sia chiaro che gli ultimi concorsi non determineranno un aumento dell’organico ma, semmai, una parziale copertura dei posti di molti dipendenti che negli ultimi cinque anni sono andati in pensione e non sono stati sostituiti.

Peraltro questa amministrazione comunale è sempre stata molto attenta ai costi del personale ed al numero degli addetti in servizio, numero che progressivamente è diminuito negli anni senza per questo far diminuire i servizi offerti.

L’attenzione ai costi è testimoniata anche dalla politica che l’amministrazione intende perseguire nel premiare solo i risultati positivi e non distribuire a pioggia soldi pubblici – e quindi dei cittadini – a prescindere dai risultati. A partire dai dirigenti del comune. Non si può dire che questo sia stato un obiettivo condiviso dalla precedente amministrazione.

Ciò detto, per fare alcuni esempi, non si possono aprire tutte le mattine gli sportelli al pubblico, non si possono garantire i servizi all’infanzia, il presidio e la sicurezza della città attraverso i vigili urbani, senza personale. E non è sempre conveniente “dare fuori” i servizi pubblici dei cittadini, se non altro perché spesso costano di più.

L’amministrazione comunale pensa al contrario che per offrire servizi debbano esserci anche professionisti e dipendenti pubblici adeguatamente formati ed incentivati. Il valore di una macchina comunale efficace ed efficiente sta nella sua capacità di rispondere positivamente alle domande ed ai problemi dei cittadini ed è per questo che la riteniamo insostituibile e preziosa.

Non abbiamo nel passato mostrato nessun sintomo di acquiescenza nei confronti dei dipendenti pubblici, ma allo stesso tempo siamo convinti che essi possano rappresentare un grande valore per la sicurezza, la tutela e la promozione di questa città.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.071 volte, 1 oggi)