SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il mercato della Samb non è finito con Pippi Renan, attaccante brasiliano senza dubbio molto promettente ma che non può, da solo, e oltretutto senza adeguati ricambi, supportare il peso di tutto il reparto. Così, dopo il suo arrivo (prestito con diritto di riscatto per la Samb da parte della Triestina), il direttore sportivo Natali non molla la pista che porta al ritorno in rossoblu di Daniele Morante, autore di 18 reti due anni fa con la maglia rossoblu e attualmente al Verona, dove, lo scorso campionato, ha realizzato invece solo una rete, dopo essere finito anche in panchina (gol, tra l’altro, valso la salvezza sul campo degli scaligeri al termine di un disastroso campionato di C1).

La strategia di Natali, che conosce bene Morante per averlo avuto tre anni fa nella Vastese, è quella di trattare direttamente con il calciatore, cercando di imporre al Verona la piazza di San Benedetto come l’unica desiderata e possibile. Il Verona cederebbe Morante in prestito, in cambio di una compartecipazione allo stipendio (circa 250 mila euro). Trattativa dunque non semplice ma attualmente avvantaggiata rispetto a quella che porta all’altro attaccante dell’Albinoleffe, Omar Torri, poiché per cedere il giovane bomber la squadra lombarda chiede che la Samb prenda anche il terzino sinistro Bombardieri, ma in questo ruolo Piccioni sembra bene impressionato da Padula, che si allena con i rossoblu.

Per il ruolo di difensore, nelle ultime ore è spuntato anche il nome di Maurizio Caccavale del Catanzaro, conteso anche dal Perugia. La Samb, comunque, è sempre alla ricerca di un centrocampista (Cristiano resta sempre un nome valido, ma prima i rossoblu vogliono liberarsi di Carboni) e anche di un esterno di attacco. Non si esclude anche un clamoroso ritorno di Massimiliano Carlini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.153 volte, 1 oggi)