GROTTAMMARE – Pubblico delle grandi occasioni al Teatro delle Energie per il conferimento del premio Liszt alla Carriera al pianista Michele Campanella, dedito da oltre 40 anni alla divulgazione del vasto repertorio lisztiano, il 16 agosto al teatro delle Energie.

«Si crede ancora che Liszt sia stato solamente un grande virtuoso, a scapito del Liszt compositore. Molti pianisti si limitano a far saltare i tasti, mostrare i muscoli quando suonano la sua musica, facendo un pessimo servizio alle sue composizioni» ha detto Michele Campanella dopo aver ricevuto dalle mani del sindaco Luigi Merli la scultura “Le radici della Musica” opera dell’artista Francesco Santori.

«Un premio molto sentito dalla città – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Enrico Piergallini – realizzato da un’artista locale, anche la confezione viene preparata con cura ed attenzione dagli addetti all’assessorato».

Tra il pubblico anche il pianista brasiliano Luiz De Castro Moura che ha suonato il giorno successivo nella chiesa di Santa Lucia, riscuotendo anche lui un grande successo: «Qualche settimana fa io e Michele Campanella eravamo insieme negli Usa a tenere master classe per l’American Liszt Society. Adesso ci ritroviamo a Grottammare. Encomiabile quello che si fa in questo piccolo comune per la valorizzazione e divulgazione della musica lisztiana, chiamando a raccolta i massimi interpreti a livello internazionale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 460 volte, 1 oggi)