SAN BENEDETTO DEL TRONTO – DIRETTA WEB DELLA CONFERENZA STAMPA Tormenti: “Motivo conferenza è noto un po’ a tutti. Smentisco tutte le voci che su alcuni quotidiani parlano di vendite, trattative. Sono cose assurde e scandalose. L’ultima stamattina del signor Galli che dice di essere incaricato da Tommolini, mio amico e parente. Teniamo presente che non so chi sia Galli. Con Paoloni non mi sento da giugno quando ci siamo salutati dopo diverse trattative. Questo destabilizza l’ambiente, e anche sul rinnovo dei contratti che vogliono venire qui, gli sponsor importanti che chiedono cosa stia succedendo. Non so perché si dicono queste cose, né dove bisogna arrivare. Sì, si sono inventati tutto – continua Tormenti – o chiamiamo in diretta il signor Galli e poi Tommolini”.

Ad oggi è tutto falso e tutto inventato. La solita domanda: la Samb non è in vendita? La Samb è una srl come tante altre, non è in vendita ma è vendibile. Altrimenti l’avremmo indebitata e venduta al primo quaqquaraquà, ma quando abbiamo aperto una trattativa, nessuno sembrava disposto a comprarla. Se poi dicono che vogliono comprare la Samb e portare Pato e Maratona, questo non mi interessa. Questo poi non mi interessa”.

“Io non sto dicendo che il giornale si stia inventando tutto, ma io dico che questi signori si stanno inventando tutto. Non ne ho idea. Se io cerco di prendere un calciatore e questo sente che c’è la vendita della società, questo non viene. Così con i calciatori che cerchiamo di rinnovare i contratti a settembre e ottobre, c’è apprensione”.

Il presidente Tormenti chiede il telefono per chiamare Alfiero Tommolini “che conosco da 48 anni”. Chiama in diretta Tommolini. Tommolini afferma di non aver mai contattato i Tormenti per l’acquisto della Samb al telefono.

“Il bugiardo alla fine sono sempre io – continua Tormenti – e mi sono rotto i coglioni per passare per bugiardo. Al telefono con Tommolini: “Qui c’è un virgolettato di Galli che dice che ha ricevuto mandato dal tuo commercialista di comprare la Samb”, al che Tommolini risponde, sempre telefonicamente, “io mi assumo la responsabilità di quello che ho detto al telefono: i Tormenti li conosco da una vita e che se i Tormenti vogliono vendere io non chiudo loro la porta in faccia”.

“Paoloni sostiene che ci siamo incontrati in Sardegna… Avete il suo numero di telefono? Sono stanco delle stupidaggini, io non riesco più a sopportare queste cose… Cosa posso rispondere a queste cose?” Tormenti è molto adirato e sta per andarsene, poi ritorna sui suoi passi e dice: “Il Milan non è in vendita, ma se arriva uno sceicco che paga mille miliardi… Nessun commercialista ha il mandato per vendere la società, quel commercialista di cui voi parlate non lo sento da un mese e mezzo tranne che a Ferragosto, che ci ha chiamato per farci gli auguri… I Paoloni volevano comprare il Modena, hanno richiamato e la risposta dei Tormenti è stata: se vuoi comprare la Samb ti presenti dall’altra parte con assegni circolari, fideiussioni a prima vista e bonifici bancari, e iniziamo a parlare… Questo, ce lo siamo detti un mese e mezzo fa. Se domani si presenta Berlusconi e vuole la Samb, si prenderà la Samb…”

“In due anni e mezzo, ho dovuto ingoiare tantissimi rospi… Le mie smentite non valgono… E allora devo fare così”.

Tommolini il giorno di Ferragosto mi ha chiamato pregandomi di fare una smentita perché lui non aveva detto nulla. Ho detto di lasciar perdere. Per tre giorni si è continuato a fare il nome di Tommolini. Adesso, ho voluto far presente che Tommolini a me dice queste cose, se poi a voi dicono altro, non ci posso fare nulla”.

CALCIOMERCATO Stiamo lavorando sull’attaccante, su un centrocampista e su un difensore. Per l’attacco Torri e Pippi e altri nomi, trattative che possono concludersi domani o negli ultimi giorni di mercato. Per quanto riguarda i rinnovi di contratto, Ferrini non abbiamo problemi, ci siamo dati la mano per il rinnovo, e non c’è problema. Agli altri, ho detto: aspettiamo, perché devo ragionare e vedere, poi rinnoviamo i contratti. Moi, Tinazzi e Morini entro settembre ci sediamo e ragioniamo sui rinnovi. Ieri è arrivato l’argentino Pisano, ha fatto la Serie A argentina e Perù. Sugli esterni, se va via Olivieri ne prenderemo un altro. Ci serve un centrale difensivo, un centrocampista. Su Olivieri, ci sono alcuni club interessati. Con Torri, devo prendere un altro terzino, per Pippi, uguale. Abbiamo difficoltà a piazzare anche gli ’86. Le due mensilità non pagate? I calciatori sapevano che pagheremo entro la prossima settimana, e ieri ho pagato 50 mila euro di Enpals e contributi. Il pagamento è slittato quando eravamo in trattativa per cedere la Samb. La campagna abbonamenti dovrebbe partire il 23. Per quanto riguarda lo stadio, questo sarà pronto ma l’Osservatorio vuole i biglietti nominativi per chi non ha i tornelli con un collegamento informatico con la sala Gos. Una cosa delicata che rischia di far entrare allo stadio solo chi ha l’abbonamento… il collaudo si farà nella prima gara di settembre…

Abbiamo già chiesto l’inversione delle gare di Coppa, compresa la gara con il Tolentino il 3 settembre. Adesso siamo in contatto con la Prefettura di Ascoli… Ma negli altri stadi non si è arrivati a questo punto, non sono avanti come noi. Spero che il problema dei biglietti nominativi venga superato… E’ come se ci fossero i tornelli, ma saranno informatici. Speriamo la prossima settimana di saperne qualcosa di più, abbiamo scritto una lettera a Questura e Prefettura, ma è un problema nazionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 2.711 volte, 1 oggi)