CUPRA MARITTIMA – Il patrono di Cupra, San Basso, viene festeggiato anche in estate, in commemorazione cioè del ritrovamento del corpo presso la cripta della chiesa alla Civita. I festeggiamenti saranno accompagnati per l’occasione dalla decima edizione della “Sagra degli gnocchi ai frutti di mare” che si svolgerà appunto venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 agosto.

Dalle 18:30 infatti, presso gli stand gastronomici nel lungomare nord, si potranno gustare gli gnocchi ai frutti di mare, la “barca di fuoco” (fritto misto di pesce), olive fritte, patate fritte, vongole alla marinare, e panini vari. Il tutto accompagnato dall’intrattenimento musicale de “I Cugini del Liscio”.

Durante tutti e tre i pomeriggi inoltre, ci sarà la degustazione guidata dei vini marchigiani presentata dalla Assivip, per iniziativa della città gemellata Cupra Montana.

Per iniziare con un grande evento, venerdì sarà presentato presso la chiesa di San Basso, il quinto Quaderno sulla figura di San Basso, a cura della dottoressa Letizia Caselli, dal Titolo “San Basso: fede, arte e immaginario fra le due sponde dell’adriatico, un ritratto possibile“. Seguirà poi la prima rassegna dei cori parrocchiali.

Sabato si terrà in concomitanza il XV Festival Internazionale del folklore: gruppi folkoristici provenienti da 5 diversi parti del mondo, sfileranno e balleranno nel lungomare nord. Oltre al gruppo folkloristico di Macerata “Li Pistacoppi” (organizzatori dell’evento), si esibiranno anche il “Gruppo Magisterial de danza accademia de la cultura Querètaro” dal Messico, il “Folk dance group Kazachia zastava” dalla Russia, i “Lyceum of Batangas Lahing Batangan Dance Group” dalle Filippine, il “Thuringer Folklore Tanzensemble Rudolstadt” dalla Germania e i “Dor Transilvan follore ensemble” dalla Romania.

Domenica alle 21, dalla Pieve di San Basso alla Civita, prenderà inizio la processione. La reliquia di San Basso attraverserà il paese e arriverà alla foce del Sant’Egidio. Lì il Vescovo Monsignor Gestori celebrerà la Messa, benedirà il mare e lancerà una corona di alloro in acqua in onore dei caduti. Quindi i giochi pirotecnici della “barca di fuoco” concluderanno i giorni di festa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 569 volte, 1 oggi)