SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per fare il bagnino di salvataggio nelle affollate spiagge (libere e a pagamento) della Riviera ci vogliono grande concentrazione e abilità. A maggior ragione il giorno di Ferragosto, con il mare mosso e un forte vento.
Coraggio e abilità che hanno mostrato i due bagnini Cosimo Crucinio e Marco Manzetti, che intorno alle 15 di sabato scorso, a Cupra Marittima, hanno portato a termine uno spettacolare salvataggio di due turiste milanesi diciannovenni.
Le ragazze, Francesca Capriotti e Sara Saggiorato, erano a bordo di una barca a vela: cadute in acqua per il mare agitato, non riuscivano a risalire a bordo e hanno rischiato tanto, anche per lo spavento.

Resisi conto dello stato di pericolo, i due bagnini sono intervenuti e le hanno riportate a riva sane e salve, seppur esauste e sotto choc.
Sempre nella giornata di Ferragosto, i bagnini della Turismo Service hanno salvato dalle onde un uomo e un bambino, nei pressi dello stabilimento Vela Club, a San Benedetto. I due si erano allontanati molto dalla riva. A soccorrerli ci hanno pensato i bagnini Enio Mariani e Alessio Bindi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.509 volte, 1 oggi)