TORTORETO – Un esposto in procura getta delle ombre sulle graduatorie per i rimborsi stanziati dal Comune di Tortoreto per le vittime dell’alluvione dello scorso ottobre 2007. L’Ente ha raccolto infatti nel corso dei mesi circa 30 mila euro – derivanti da stanziamenti propri e da elargizioni esterne – che dovrebbero costituire un parziale risarcimento che va ad affiancarsi a quello più consistente di Governo e Regione per cui esiste un’altra graduatoria.

Ottanta le richieste pervenute in Comune di cui 47 quelle inserite in graduatoria approvata da una commissione interna e ratificata ad aprile con una delibera della giunta comunale.

Numerose però sono le polemiche sollevate dagli esclusi dal risarcimento, secondo cui alcuni requisiti di ammissione sarebbero stati ritenuti validi per alcuni e non per tutti e che quindi sarebbero state compiute delle irregolarità. Da qui la decisione da parte di alcuni di presentare degli esposti in procura, che hanno portato all’apertura delle indagini.

Ora, dopo l’apertura del fascicolo, il magistrato titolare del caso ha disposto l’acquisizione di tutta la documentazione per valutare eventuali ipotesi di reato. Non è escluso che, una volta avviata la verifica di tutti i documenti, sia richiesta la consulenza di tecnici per verificare i criteri stabiliti dall’ente per la compilazione delle graduatorie. Al momento comunque non ci sono iscritti nel registro degli indagati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 540 volte, 1 oggi)