SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Incassa un primo successo Settimio Ferranti, il presidente dell’associazione “Dalla parte giusta” che da mesi porta avanti la battaglia per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili della Val Vibrata, che da mesi non ricevevano lo stipendio.

«Seppure con ritardo – ha affermato Ferranti – oggi martedì 19 agosto è stato messo in pagamento l’assegno della mobilità in deroga. Nella speranza che il pagamento dell’assegno di mobilità alle lsu, da adesso in poi sia puntuale e regolare, manca all’appello ora, solo la riunione per l’acquisto delle quote societarie della Innovazione S.p.A., da parte dei comuni di Sant’Egidio alla Vibrata, Controguerra, Tortoreto, Nereto e il conseguente passaggio dei servizi, che i lavoratori socialmente utili dovranno svolgere a tempo indeterminato full time».

A tal fine Ferranti avrà un incontro entro la fine di agosto sia con la provincia di Teramo che con i Comuni interessati per un vertice interistituzionale che porti finalmente a conclusione la travagliata vicenda della regolarizzazione dei lavoratori socialmente utili della Val Vibrata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 624 volte, 1 oggi)