SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pasqualino Piunti e Antimo Di Francesco, nuova puntata della querelle sul comportamento dell’amministrazione comunale in seno alle pratiche per la divisione della Provincia di Ascoli:
Il consigliere comunale e provinciale di An ribadisce: «Nella difficoltà oggettiva di trovare qualche contenuto nella piccata replica di Di Francesco, infarcita da insulti personali e luoghi comuni in cui eccelle da sempre, voglio confermare che proprio i miei colleghi consiglieri di ambo le parti, nominati nella commissione paritetica mi hanno informato della inesistenza di San Benedetto nel dibattito sulla divisione dei beni della Provincia e in particolare proprio quella del vice sindaco. Riferirà in consiglio di questo comportamento che sicuramente penalizza la città, città alla quale interessa la sua crescita, la sua vivibilità e il suo ruolo nel nuovo soggetto provinciale (come giustamente ha rimarcato anche il suo – più sereno – collega di partito Torquati) non certo le considerazioni strampalate di Antimo Di Francesco».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 521 volte, 1 oggi)