SULMONA – Ottaviano Del Turco è uscito oggi, lunedì 11 agosto, dal supercarcere di Sulmona dove era stato rinchiuso il 14 luglio per presunte tangenti nell’ambito dell’inchiesta di Sanitopoli. All’ex governatore sono stati infatti concessi gli arresti domiciliari nella sua casa di Collelongo.

«Sono stato trattato benissimo – ha dichiarato del Turco appena uscito dal carcere – sono in gran forma e torno a Collelongo».

Il gip della Procura di Pescara, Maria Michela Di Fine, ha motivato la conversione della detenzione in carcere con i domiciliari per l’ex presidente della Regione Abruzzo, col fatto che «è del tutto cessato il pericolo di inquinamento probatorio».

Oltre a Del Turco la misura degli arresti domiciliari è stata concessa a Lamberto Quarta (ex segretario generale presso la Presidenza della regione Abruzzo), Camillo Cesarone (ex capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Gianluca Zelli (ex presidente della societa’ Humangest) e Luigi Conga ( ex direttore generale della Asl di Chieti). Per Angelo Bucciarelli – segretario dell’ex assessore alla sanita’ della regione Abruzzo, Bernardo Mazzocca – che si trovava agli arresti domiciliari, il gip ha disposto l’obbligo di dimora a Vasto. A Giancarlo Masciarelli, che si trovava agli arresti domiciliari, il gip ha respinto la richiesta dell’obbligo di dimora e dunque rimane ai domiciliari; respinta anche la richiesta dell’ex assessore alla Sanità, Mazzocca, di rimessa in libertà (nei suoi confronti è in vigore la misura dell’obbligo di dimora). Torna libero infine l’ex direttore generale dell’Agenzia sanitaria Di Stanislao.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 443 volte, 1 oggi)