SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Arriva anche nelle Marche e in Riviera la campagna “Salva l’Italia”, che pone all’attenzione dei cittadini italiani le questioni a rischio che riguardano l’attuale stato sociale: tagli alla scuola e alla sicurezza, mancate risposte ai problemi economici degli italiani, nessun provvedimento a difesa della legalità e per il contrasto alle “morti bianche” sul lavoro.

Il Partito Democratico chiama in causa gli elettori del centrosinistra, e tutti coloro che sono delusi dall’operato del centrodestra.
Il pullman del PD sta attraversando il Paese, per raccogliere firme a supporto di una petizione contro il governo, e preparare la manifestazione che si svolgerà a Roma sabato 25 ottobre.
Venerdì 8 agosto, il pullman ha fatto tappa a San Benedetto, presso la rotonda Salvo d’Acquisto, dove, secondo quanto comunicato dal Partito Democratico, sono state raccolte una cinquantina di firme e distribuito materiale informativo. Il pullman proveniente da Porto San Giorgio, è rimasto a Porto d’Ascoli da mezzogiorno alle ore sedici circa, si è poi diretto verso Cesenatico.
Ad accogliere i rappresentanti del PD c’erano il coordinatore comunale Felice Gregori, insieme ai segretari di sezione Manuela Mazzocchi, Vinicio Liberati, Valentino Casolanetti.
La campagna “Salva l’Italia” è partita il 30 luglio e si concluderà il 30 settembre a Bari. L’obiettivo è quello di raccogliere 5 milioni di firme. Il pullman sarà di nuovo a San Benedetto, in piazza Cristo Re, il 13 e 14 settembre, in occasione della “Festa del Partito Democratico”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 621 volte, 1 oggi)