SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ventitre chilogrammi di pesce sottomisura. Questo è ciò che si sono trovati davanti i Carabinieri di San Benedetto del Tronto venerdì 1º agosto durante un controllo fatto al motopeschereccio di proprietà di D. R., un quarantunenne sambenedettese,.
Oltre al pesce illegale i Carabinieri hanno trovato all’interno del motopeschereccio anche una rete a strascico del tipo “tartana” con le maglie più piccole di quelle consentite dalla legge (ciò ha consentito al motopesca di poter pescare pesce sottomisura)
Il pesce è stato sequestrato e donato all’Associazione Onlus Banco Alimentare di Centobuchi. L’armatore e comandante del motopesca è stato denunciato in stato di libertà per pesca di prodotti ittici sottomisura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 962 volte, 1 oggi)