SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Problema zanzare, verrà effettuato nella notte tra lunedì 4 e martedì 5 agosto, da mezzanotte alle sei, un intervento di disinfestazione straordinaria a Porto d’Ascoli, nell’area delimitata a nord dal torrente Ragnola, a est dal litorale marino, a sud dal fiume Tronto, ad ovest dal limite del territorio comunale.
I residenti di questa zona sono dunque invitati a tenere chiuse le finestre in quella fascia oraria, ad evitare di lasciare all’aperto cibi o altre sostanze commestibili, panni, indumenti, giocattoli, a lavare accuratamente frutta e verdura eventualmente coltiva in giardini ed orti, estendere questi accorgimenti agli animali detenuti.
L’Amministrazione comunale, infatti, precisa che non risponderà degli eventuali danni provocati dalla violazione di queste prescrizioni. Info: 0735.794586/302/303.

Ogni anno, peraltro, come previsto dalla legge, l’Amministrazione comunale provvede alla disinfestazione delle aree pubbliche da insetti ed altri parassiti, con cadenza periodica, già dal periodo primaverile, e per una maggiore efficacia dei provvedimenti, i cittadini sono invitati a prendere alcune precauzioni: soprattutto, quella di evitare ristagni d’acqua, fattore che favorisce la riproduzione di insetti. Il servizio di disinfestazione pubblica per il 2008 ha avuto un costo di 46.473,60 euro Iva inclusa.

L’impresa Giemme effettua un “passaggio” ogni settimana su tutte le aree pubbliche, compresi i canali di scorrimento, utilizzando antilarvali biologici (bacillus thuringiensis), e in generale prodotti biodegradabili non persistenti, ovvero non pericolosi per chi frequenta le aree pubbliche il giorno successivo, specie i bambini. I “passaggi” vengono normalmente effettuati nella fascia oraria tra le 3 e le 6 del mattino. Questi prodotti sono efficaci anche contro i pappataci (phlebotomus papatasi), che di solito pungono alle gambe. L’attività di disinfestazione comprende anche la derattizzazione, la disinfestazione e fumigazione delle rete fognaria presso i torrenti Albula, Ragnola, Acqua Chiara, Canale Consortile e Riserva naturale della Sentina.

La stessa ditta svolge inoltre il servizio di derattizzazione, disinfestazione e disinfezione di asili nido, scuole e impianti sportivi cittadini. E, infine, ricariche ogni 40-50 giorni di topicida nei circa 450 “ratto-box” installati in città da alcuni anni. L’efficacia delle “ratto-box”, in particolare, è dimostrata dal fatto che oggi il prodotto risulta “consumato” per il 40-50%, mentre nei primi mesi dopo l’installazione, si arrivava al 70-80%. Infine, si dovrà attendere ancora qualche tempo per conoscere l’efficacia delle “bat-box”, speciali supporti di legno installati in vari punti della città, per favorire la formazione di colonie di pipistrelli, che sono grandi divoratori di zanzare. Nella zona di Porto d’Ascoli risultano già oggi alcune colonie, e nell’area del campo sportivo “Ciarrocchi” questo si è tradotto in una consistente diminuzione di fastidiosi insetti, dice il Comune in una nota
Per segnalazioni, riguardanti esclusivamente aree pubbliche che fossero infestate da insetti, è possibile contattare il numero della Giemme, 348.7117611.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.220 volte, 1 oggi)