ASCOLI PICENO – E’ stato approvato all’unanimità, dalla Giunta provinciale, il documento di programmazione triennale del fabbisogno del personale 2008/2010. L’atto consente la stabilizzazione di 105 precari, che verranno assunti a tempo indeterminato in due tranche successive: 58 unità il 15 settembre prossimo ed altre 47 entro il 31 dicembre 2008.

Il provvedimento varato oggi dalla Giunta non riguarda solo i precari, ma contempla tutte le necessità di personale dell’Ente, prevedendo anche le assunzioni obbligatorie riservate ai disabili (complessivamente 8 unità), il completamento delle procedure concorsuali avviate nel 2004 per la selezione di 8 istruttori amministrativi e 8 agenti di vigilanza ittico-venatoria e l’assorbimento di 2 unità in mobilità provenienti dal Consorzio Agrario.

«Non si tratta certo di un’operazione di assistenzialismo sociale – ha dichiarato il presidente della provincia Massimo Rossi – ma con la stabilizzazione, in ossequio alla facoltà data dalla legge finanziaria 2008 agli enti locali, si arricchisce e consolida, a vantaggio dell’intera comunità provinciale, il notevole patrimonio di competenze professionali acquisite in questi anni dall’Ente per far fronte anche al massiccio trasferimento delle competenze dallo Stato e dalla Regione alle Province».

«Si tratta pertanto – ha aggiunto il Presidente Rossi – di un atto altamente qualificante che dà concreta attuazione a uno degli impegni fondamentali assunti nel programma di mandato dell’Amministrazione provinciale: superare il precariato e valorizzare 105 figure professionali (70 laureati e 35 diplomati) che hanno un età media di circa 35 anni, un’esperienza lavorativa all’interno dell’Ente variabile dai 4 agli 8 anni ed hanno sostenuto prove di selezione pubblica. Questo provvedimento è stato varato con tempestività ed urgenza – ha concluso Rossi – anche al fine di definire un quadro certo su cui basare gli atti di ricognizione e ripartizione del personale che istituisce le nuove Province di Ascoli Piceno e Fermo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 629 volte, 1 oggi)