CUPRA MARITTIMA – Un bel comportamento quello del sindaco di Cupra Marittima Giuseppe Torquati. Era ormai noto l’enorme ritardo nella riconsegna dei lavori di rifacimento in piazza Possenti e nel lungomare, che dovevano essere pronti per l’inizio dell’estate. Le condizioni dei sottoservizi hanno invece costretto Cupra a diventare una sorta di enorme cantiere, anche per la bella stagione, creando disagi a cittadini, commercianti e soprattutto turisti.

Una situazione del genere non poteva passare inosservata e lo stesso sindaco ha inviato una lettera a tutti i cittadini per scusarsi ufficialmente e per spiegare più precisamente le motivazioni che hanno portato a ciò. Si legge infatti nella lettera che «nello smantellare il fondo stradale ci siamo resi conto che fognature bianche e nere, impanti elettrici, acqudottistici e del gas, erano mancanti o in pessime condizioni – prosegue Torquati – La giunta ha dovuto prendere una decisione, se fare finta di niente e procedere con i lavori rispettando i tempi conclusione, oppure rifare nuovi gli impianti e quindi fare un lavoro duraturo utilizzando al meglio le risorse economiche, riuscendo a coinvolgere e ad ottenere finanziamenti dall’Ato, Ciip, Enel, Gas».

«Per Piazza Possent, – spiega il sindaco – dopo aver realizzato i sottoservizi ci siamo fermati per evitare di arrivare a stagione inoltrata per la realizzazione della pavimentazione che sarà a settembre, per il lungomare invece abbiamo riaperto la viabilità con venti giorni di ritardo».

Non è da tutti i politici scusarsi quando si presentano queste situazioni e spiegare addirittura con una lettera inviata a tutte le case dei cittadini, anche a chi questo disagio non lo ha vissuto direttamente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 675 volte, 1 oggi)