MONSAMPOLO DEL TRONTO – Dopo il successo dello scorso anno, torna la manifestazione cicloturistica Antiqua Salaria che quest’anno si terrà dal 19 al 21 settembre. La Via Salaria è l’antica strada consolare, oggi Strada Statale n.4 che parte da Roma, precisamente da Porta Salaria ed arriva a San Benedetto del Tronto sul Mare Adriatico, dove appunto era uno dei principali approdi del Mediterraneo per il traffico del sale.
Si tratta di un percorso negli anni modificato per esigenze di miglioramento della viabilità e di accorciamento delle distanze che sarà protagonista anche quest’anno della seconda edizione dell’evento.
Si partirà da San Benedetto, per arrivare a Roma due giorni dopo, attraversando tutta la provincia di Ascoli Piceno, Rieti e Roma, sull’antico tracciato dell’antica arteria consolare romana. Una tre giorni per gli appassionati di cicloturismo con tappe accattivanti quali quelle di Arquata del Tronto e Cittaducale dove oltre a poter visitare gli antichi borghi, si potrà poi degustare un appetitoso menù realizzato con piatti tipici della tradizione locale.

Nella dimora storica Villa dei Priori di Stella di Monsampolo – uno dei 34 bike hotel, collocato proprio a ridosso della Salaria – l’Assessore provinciale al Turismo Avelio Marini ha presentato la manifestazione.
«La prima tappa partirà dalla rotonda di San Benedetto per arrivare ad Arquata – ha spiegato Marini – dove nel pomeriggio è prevista una visita allo storico borgo di Arquata del Tronto con successiva cena tipica della “Cucina della Montagna”, aderente al “Circuito delle cucine tipiche Picene”. Il giorno seguente, sabato 20 settembre, la carovana ripartirà da Arquata del Tronto per raggiungere Cittaducale, nel reatino. Anche in quest’occasione, all’arrivo, è previsto un rinfresco e la visita allo storico borgo di Cittaducale, seguita da una cena a base di prodotti tipici organizzata dal Comune di Cittaducale in Località Santa Rufina, dove è previsto anche il pernottamento».
La terza e conclusiva tappa si terrà da Cittaducale a Roma, per poi fare rientro, con pullman attrezzato con trasporto bici, al punto di partenza.
Giovedì 18 settembre si terrà un convegno congiunto con Regione Marche e Regione Lazio per presentare le linee guida del progetto interregionale, volto proprio al rilancio, da un punto di vista turistico, dell’antica arteria consolare romana.

La manifestazione cicloturistica – organizzata in collaborazione con la A.S.D. Bike Passion – non sarà “non agonistica”, come sottolineato dal suo presidente, nonché ex campione italiano di mountain bike Tommaso Cappella. Ogni tappa, di difficoltà media, avrà una lunghezza circa di 70 km ciascuna e l’uso del casco è obbligatorio.

Anche quest’anno si è imposto un tetto massimo di partecipanti pari alle ottanta unità. La partecipazione è aperta tutti.
Il costo della tre giorni è di € 150 per le iscrizioni che perverranno entro il 5 settembre, in seguito il prezzo salirà ad € 165. Il modulo d’iscrizione e le modalità d’iscrizione sono reperibili sul sito sul nuovo sito realizzato per i biker dall’Assessorato al Turismo della Provincia di Ascoli Piceno http://www.picenobike.it/ (sezione dedicata alle news).
La quota di partecipazione comprende iscrizione, assistenza medica e tecnica in corsa, integratori, piccolo ristoro all’arrivo di ogni tappa, pernottamento, colazione e cene tipiche, assicurazione e gadget, trasporto bici attrezzato.
«Ho il piacere di presentare un sito internet – concludeva l’assessore Marini – pensato e dedicato agli amanti della bicicletta, completo di ogni indicazione sia sui percorsi cicloturistici mappati nella guida Piceno in bici. Un sito, insomma, che tende ad attirare un nuovo filone di turisti».

Per ulteriori informazioni sulla manifestazione cicloturistica rivolgersi al Servizio Turismo ed Attività Produttive della Provincia di Ascoli Piceno (tel. 0736-277.338 o 924; mail biciturimsmopiceno@provincia.ap.it) o all’ASD Bike Passion (tel. 338-3732770).

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.666 volte, 1 oggi)