SPINETOLI – “A me gli occhi, l’arte che illude e l’arte che disillude”, questo il tema della mostra di arte contemporanea Elekta, curata da Alessandra Morelli con il coordinamento di Nazareno Luciani, in un intreccio di percezioni sull’essere in potenza e la sua realizzazione.
Una concezione relativa della verità, accennata, suggerita ma non svelata, affinchè l’atto creativo si dilati senza limitazioni, superando i confini materiali del supporto e dei colori. L’essenza contro la materialità.
Già da diversi anni la città di Spinetoli si promuove a contenitore di arte contemporanea ospitando le esposizioni di Elekta, mostra che quest’anno coinvolgerà tredici artisti: Mauro Bendandi, Anselmo Brutti, Francesca Casolari, Roberto Cicchino, Giulia Corradetti, Francesco Cuna, Chiara Francescani, Andrea La Rocca, Mara Nitti, Elena Nonnis, Roberto Pagnani, Marco Saugo, Brian Wells Stevens.

L’esposizione sarà ospitata nel Palazzo delle Videoconferenze, presso la Facoltà di Scienze Politiche, sede di Spinetoli, in Corso Umberto I.
Resterà aperta dal 27 luglio al 9 settembre, tutti i giorni tranne il lunedì, dalle ore 20 alle ore 22.

Per informazioni: Associazione culturale officina San Giacomo, 328. 7180203; 800.711323

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 858 volte, 1 oggi)