ANCONA – «Le risorse stanziate dalla Regione per la promozione del turismo vengono attribuite senza discriminazioni: nessun privilegio per la costa o l’entroterra, ma massima valorizzazione dei sistemi turistici locali». Gianni Giaccaglia, assessore regionale al Turismo, interviene nel dibattito sollevato da alcuni operatori sulle risorse da destinare al settore e chiarisce che i bandi approvati dalla Regione, sono rivolti ai sistemi locali, individuati dalle normative come interlocutori privilegiati.

«Dagli sistemi locali attendiamo proposte progettuali – sottolinea Giaccaglia – secondo le priorità che i singoli sistemi riterranno di dare. Ad oggi non sono pervenuti progetti, non è quindi possibile affermare che la costa viene penalizzata a favore dell’entroterra. E non è di certo imputabile alla Regione il fatto che nelle realtà di Macerata e Ascoli non siano stati ancora avviati sistemi locali, né che i singoli comuni non si accordino su priorità e progetti da presentare».

La Giunta regionale si impegna ad approvare il Piano promozionale 2009 entro l’anno in corso e, come emerso dall’incontro con le categorie, sarà realizzato un brand Marche in grado di veicolare, in modo chiaro ed efficace le eccellenze dell’offerta turistica. Prioritaria anche la qualificazione del patrimonio ricettivo regionale: per sostenere le imprese turistiche, le risorse dei bandi aperti in questo periodo non sono le uniche a disposizione. Per i progetti di qualificazione delle strutture ricettive saranno utilizzabili anche le risorse provenienti dal Fondo Aree Sottoutilizzate (F.A.S.) e dal P.O.R. (Programma Operativo Regionale) Marche 2007-2013.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 351 volte, 1 oggi)