MONTEPRANDONE – Nella zona industriale di Centobuchi sono stati realizzati gli interventi per completare i sistemi infrastrutturali e sanare le situazioni di degrado e incuria. Con l’accordo di programma nel dicembre 2005 dal Presidente della Giunta Provinciale, sottoscritto dal Comune di Monteprandone, dal Piceno Consind, dal CIIP, dall’amministrazione Provinciale stessa e dai privati, nell’agglomerato sono stati realizzati i lavori per l’assetto del tratto del fosso “La Mandria” (330 mila euro), la sistemazione idraulica del fosso “Valluccio” (282.116,13 euro), del fosso “Centobuchi” (euro 42.072,43), la realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione della zona industriale (573.999.59 euro), e la sistemazione di piani viabili per una spesa complessiva di 370 mila euro.

L’impianto di illuminazione oltre a diverse vie secondarie, interessa via dell’Industria, via del Lavoro, 81° strada, Fosso Nuovo e via XXIV Maggio. L’accensione e l’attivazione ufficiale dell’impianto di pubblica illuminazione è stato inaugurato martedì 22 luglio.

Grande soddisfazione per l’amministrazione comunale che punta sulla rivalutazione e sull’ampliamento della zona industriale: i miglioramenti strutturali sono la condizione necessaria per un ulteriore espansione dell’agglomerato industriale di Centobuchi.
Un risanamento della zona si traduce in uno sviluppo dell’economia locale, legata ai nuovi insediamenti produttivi, e di conseguenza a ulteriori occasioni di lavoro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 663 volte, 1 oggi)