ASCOLI PICENO – Risorse statali e regionali per interventi di messa a norma e in sicurezza, di miglioramento delle condizioni igieniche e di eliminazione delle barriere architettoniche, verranno erogati alle scuole della provincia picena. Con il Bollettino Ufficiale dello scorso 10 luglio, la Regione Marche ha dato il via all’erogazione dei fondi per il 2008 del Piano triennale di edilizia scolastica 2007/2009.

La Provincia, a cui per legge spetta la ripartizione delle somme tra le amministrazioni locali che hanno presentato i progetti per accedere alle misure, disporrà di 1.357.237,10 euro da ripartire tra i Comuni sulla base del piano approvato lo scorso anno. A questi fondi vanno aggiunti quelli derivanti dalle compartecipazioni obbligatorie in parti uguali di Regione e Comune; quest’ultimo in particolare deve impegnare almeno il 33% dell’importo dei lavori.

Per definire i criteri di ripartizione, la Provincia ha coinvolto tutte le amministrazioni comunali: la Conferenza delle Autonomie Locali ha infatti stabilito di agevolare i Comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti e quelli appartenenti alle Comunità Montane o alle Zone Parco. Ora le amministrazioni dovranno approvare il progetto esecutivo entro 6 mesi e consegnare i lavori entro 4 mesi dalla comunicazione di concessione del contributo. Tutti i lavori dovranno comunque essere ultimati entro il 30 dicembre del 2009.

Questi gli interventi (finanziati per il 2008 sulla base delle percentuali di ripartizione fissate dalla Conferenza delle Autonomie Locali, 57% ad Ascoli e 43% a Fermo) che riguardano il comprensorio sambenedettese: 403.098,6 euro, da destinare alla scuola materna, elementare e media “Murani” di Massignano, all’istituto comprensivo di Ripatransone, all’istituto comprensivo Acquaviva-Monsampolo di Acquaviva, alla scuola elementare “G.Passali” di Cossignano e all’ Istituto tecnico commerciale di San Benedetto (quest’ultimo di competenza provinciale).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.711 volte, 1 oggi)