MONTEPRANDONE – Pierpaolo Romandini, allenatore dell’HC Monteprandone, squadra militante nella serie B indoor di pallamano, ci parla del Beach Handball, la nuova disciplina che da quest’anno è stata aggiunta nel cartellone delle discipline della Beach Arena.

Ci parli di questo sport, ancora poco noto ai più.

«Sono diversi anni che si pratica la beach handball, ma non ci hanno mai proposto di inserire la disciplina durante la Beach Arena di San Benedetto. Proposta che, invece, quest’anno è arrivata, e noi abbiamo accolto la cosa in modo molto positivo. La nostra squadra, la Hc Monteprandone “Troiani & Ciarrocchi”, ha organizzato con cura e dedizione questo torneo, perché ci teniamo molto a far conoscere questo sport. Sport davvero divertente, per noi che siamo in campo e anche per gli spettatori. Vengono disputati anche campionati italiani e mondiali, l’ultimo è stato quello di Misano Adriatico, disputato dal 2 al 7 luglio».

Quindi questa disciplina è una “figlia” della pallamano.

«Sì, infatti anche le regole sono molto simili a quelle della pallamano. Ci sono due tempi da dieci minuti con nel mezzo un intervallo di cinque minuti. Un gol in acrobazia per esempio vale doppio, quindi due punti».

Da quanti anni si pratica questa disciplina?
«L’handball da spiaggia si pratica da almeno quindici anni a livello nazionale, ma per San Benedetto è l’esordio assoluto. La nostra società, invece, in passato ha già partecipato a dei tornei organizzati a Cervia e Falconara».

Chi pratica prevalentemente la beach handball?

«Questo sport è praticato da giocatori agonistici di squadre di pallamano che, in estate, in maniera amatoriale, si dedicano a questi tornei. L’HC Monteprandone, di cui io sono il tecnico, parteciperà con tutta la rosa al completo. Tutti i ragazzi che hanno giocato nel campionato di pallamano durante la passata stagione hanno accettato di partecipare».

Un pronostico da addetto ai lavori. Chi è la squadra favorita del torneo secondo lei?
«L’HC Monteprandone milita in serie B, ma ci saranno anche squadre di serie A2 come ad esempio l’Ascoli e il Parma. Di certo sarà un torneo molto combattuto. Torneo che speriamo ovviamente di vincere noi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 929 volte, 1 oggi)