SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due assemblee pubbliche, il 23 e il 30 luglio, presso la palestra di via Val Cuvia. In quella sede, i rappresentanti dei 41 gruppi di progettisti del concorso nazionale di idee per la riqualificazione della zona Peep Santissima Annunziata avranno l’opportunità di ascoltare le esigenze dei residenti del quartiere.
Il concorso di idee indetto dal Comune, novità per il sud delle Marche, ha una particolare condizione vincolante per i concorrenti: dovranno assistere alle due assemblee. Poi ci sarà anche un forum sul sito web del Comune, dove i cittadini potranno far pervenire le richieste e le proposte.
L’età massima per gli ingegneri e gli architetti che vorranno presentare progetti è di 40 anni, su indicazione dell’Ordine degli Architetti di Ascoli. Presieduto da Sandro Mariani (moderatore delle assemblee insieme a Palmiro Merli), l’Ordine ritiene che sia una grossa opportunità di crearsi un curriculum per i giovani professionisti. Alessia Nardi, della commissione per i giovani architetti, conta nell’apporto della freschezza di idee per un quartiere storicamente senza servizi e disegnato male, con una sola via d’uscita (la cosiddetta “piazza rossa”) dal blocco di case popolari costruito decenni fa e mai dotato di attività commerciali.
Molto è stato lasciato all’improvvisazione e alla buona volontà dei residenti, in quella zona. Il concorso di idee (primo premio 5000 euro) mirerà a fornire spunti al Comune per raccordare meglio la zona con il resto del quartiere e della città e realizzare passaggi in sicurezza sulla Salaria per pedoni e biciclette.
Ma non è detto che il progetto vincente venga adottato in pieno dal Comune. Si tratta di spunti, principalmente. La consegna degli elaborati tecnici è prevista per settembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 692 volte, 1 oggi)