SAN BENEDETTO DEL TRONTO – All’accompagnatore ufficiale di molti cibi presenti nelle nostre tavole sono dedicati quattro appuntamenti organizzati dal Comune di San Benedetto del Tronto.
L’olio in tutte le sue versioni e nel corso della sua storia verrà raccontato (e assaggiato) all’interno del Museo delle Anfore (si trova nell’edificio del Mercato Ittico), in quello che sarà un nuovo modo di vivere i musei.
Nasce “Musei da scoprire: le vie dell’Oleum”, un percorso alternativo che si svolge all’interno del Museo delle Anfore alla scoperta dell’olio nelle civiltà antiche.
L’iniziativa nasce un po’ per promuovere i musei, spesso dimenticati nei mesi caldi, un po’ per far conoscere la storia dell’olio, questa sostanza di così grande importanza per la nostra alimentazione.
Gli appuntamenti vedranno occupati i quattro venerdì a cavallo tra la fine del mese di luglio (il 18 e il 25) e l’inizio del mese di agosto (il 1º e l’8). La scelta del posto in cui svolgere questo percorso alternativo – il Museo delle Anfore – non è stata fatta a caso: le anfore nel corso della storia hanno trasportato diverse sostanze, olio compreso.
Dietro la guida esperta della dottoressa Ileana Piunti e del dottor Andrea Viozzi, ci si diletterà tra excursus storici sui diversi utilizzi delle anfore e dell’olio nel corso dei secoli e momenti di degustazione a base di bruschette ed ottimi oli d’oliva di produzione locale. Tra i primi visitatori venerdì 18 luglio ci sarà anche un gruppo di turisti arrivato direttamente dalla Sardegna.
Inoltre il 25 luglio e l’8 agosto si terranno anche delle sedute d’assaggio di olio extravergine di oliva con esperti assaggiatori.
Il tutto sarà completamente gratuito, grazie alla sinergia creatasi tra il Comune di San Benedetto del Tronto e l’associazione Aprol (Associazione Produttori Olivicoli) di Ascoli Piceno (che fornirà l’olio) in accordo con l’Olea (Organizzazione Laboratorio Esperti e Assaggiatori) di Pedaso e grazie alla disponibilità dell’Associazione Museo Ittico Augusto Capriotti”.
Per le quattro serate è gradita la prenotazione al numero 0735 592177.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 472 volte, 1 oggi)