ALTIDONA – Domenica 20 Luglio alle ore 18 per le vie di Altidona si inaugura la quattordicesima edizione di “Stanze Aperte”. Si tratta di una collettiva di arte contemporanea a cura di Nazareno Luciani, organizzata dal Comune di Altidona, dalla Pro Loco e dall’Associazione Officina San Giacomo.

La manifestazione offre agli artisti una sfida molto interessante, quella di intervenire con il proprio lavoro nel tessuto urbano del borgo medievale, andando ad occupare, con le proprie opere, stanze, cantine, uffici, case abbandonate e qualsiasi altro locale sia messo a disposizione.

Gli artisti che partecipano alla mostra sono: Augusto Amabili, Marco Cardone, Agnese Casolani, Franca Fanni, Alessandro Fidanza, Pierluigi Lunerti, Elia Orrù, Rebecca Orrù, Emilio Patalocchi, Giorgio Pignotti, Roberta Rogante, Walter Santoni, Ettore Tavoletti e Flavio Zampaloni.

Spiega Dario Ciferri, tra i promotori della mostra: «Non c’è un tema conduttore o una linea guida che lega questi artisti, ciascuno presenta il proprio lavoro, più o meno in simbiosi con la stanza che lo ospita. Ogni stanza è un’occasione per valorizzare il proprio lavoro e offrire una nuova chiave di lettura anche dell’ambiente, di far vedere un luogo attraverso la lente della propria poetica, della propria ricerca artistica».
Prosegue Ciferri: «Tutti gli artisti si presentano attraverso una propria dichiarazione di poetica. L’assenza di una mediazione critica diventa così una precisa scelta, il lavoro deve entrare in contatto diretto con lo spettatore e comunicare la propria forza, ma anche il divertimento e la fantasia che una situazione del genere riesce a evocare».

“Stanze aperte” sarà allestita fino al 24 agosto, per informazioni è possibile contattare l’organizzatore Nazzareno Luciani allo 3287180203.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 797 volte, 1 oggi)